Come pulire il ferro da stiro dal calcare : pulizia caldaia decalcificazione

La maggior parte dei principali produttori di ferro da stiro consiglia di decalcificare il ferro ogni 1-4 mesi, a seconda di quanto lo si utilizza.

Miglior ferro da stiro con sistema anti calcare

Rowenta DW7110 Everlast Anticalc Ferro a Vapore con Piastra Microsteam 400 e Sistema Anticalcare, Potenza 2700 W
  • 2700 W
  • Supervapore 200 g/min
  • Piastra Microsteam Inox Laser Profile 400 microfori
  • Punta alta precisione
  • Sistema anticalcare Protect & Clean
Offerta
Imetec Zerocalc Z3 3700 Ferro da Stiro, Tecnologia Anticalcare, Piastra Ceramica ad Alta Scorrevolezza, 2400W, Colpo Vapore 160 G, 0,3 litri, Dispositivo Antigoccia Tecnologia a Risparmio Energetico
  • Tecnologia ZeroCalc: quattro protezioni anticalcare che contribuiscono a prolungare la vita del ferro
  • Colpo di vapore da 160 g
  • Piastra in ceramica multiforo ad alta scorrevolezza e diffusione uniforme del calore da 2400 W, dispositivo antigoccia
  • Tecnologia a risparmio energetico Imetec Eco: contribuisce a ridurre i consumi di corrente
  • Funzione Calc-Clean: rimuove i residui di calcare dalla piastra
Philips GC4527/00 Azur Performer Plus Ferro a Vapore, Tecnologia Auto Steam Control, Colpo Vapore 220 gr, Serbatoio 300 ml
  • Termostato regolabile
  • Potenza: 2600 W
  • Vapore continuo: 50 g/min
  • Colpo vapore: 220 g
  • Piastra T-Ionic Glide, la miglior piastra Philips: lo strato brevettato in Titanium Oxide garantisce scorrevolezza duratura, mentre la base in acciaio inossidabile assicura resistenza ai graffi

Cosa causa il calcare?

Il calcare è composto da ioni calcio e carbonato. Questo composto si trova in acqua dura. Esiste dapprima sotto forma di bicarbonato di calcio che viene poi scomposto in carbonato di calcio insolubile.

Qual è la differenza tra acqua dura e acqua dolce?

L’acqua dura, detta anche “acqua grezza”, è un’acqua ricca di minerali e sali. È l’acqua del rubinetto che viene fornita direttamente a casa vostra dall’impianto di trattamento dell’acqua del vostro comune. Gli ioni di calcio e magnesio costituiscono un’enorme percentuale della concentrazione di ioni dell’acqua dura.

Sono queste concentrazioni che sono responsabili della formazione del calcare.

D’altra parte, l’acqua dolce manca di ioni calcio e magnesio. È l’acqua dura che è stata “addolcita” per rimuovere i minerali e i sali altamente concentrati.

In altre parole, l’acqua dolce non può causare il calcare.

L’acqua dura  è ricca di minerali come calcio e magnesio. Quando l’acqua dura passa attraverso le tubature e le altre apparecchiature idrauliche, produce il cosiddetto “calcare”, un dannoso accumulo di croste.

L’acqua dura produce anche segni molto visibili di danni nella vostra casa. Osserverete strati di accumulo intorno a scarichi, soffioni, rubinetti e qualsiasi altro apparecchio o oggetto che viene a contatto con la vostra acqua regolarmente.

Acqua potabile dolce contro acqua dura

La buona notizia è che il calcio e il magnesio (ricordate, i due minerali principali responsabili della durezza dell’acqua) non sono nocivi per voi per quanto riguarda l’ingestione. Tuttavia, producono alcuni effetti esterni negativi, che esploreremo a breve.

L’acqua dolce è sicura da bere per la maggior parte degli esseri umani sani. Le persone tendono ad essere preoccupate per gli elevati livelli di sodio caratteristici dell’acqua dolce. In realtà, l’acqua dolce contiene solo un po’ più di sodio e non si avvicina a livelli dannosi per gli adulti sani.

Se avete una condizione che può essere peggiorata da un aumento dell’assunzione di sodio, assicuratevi di parlare con il vostro medico. Alcuni medici vi consiglieranno di evitare di bere acqua dolce.

Bere acqua dura e bere acqua dolce sono relativamente simili per quanto riguarda la salute. Entrambi non dovrebbero avere effetti negativi.

Fortunatamente il calcare non è velenoso.

Tuttavia, alcuni medici sospettano che il consumo continuo di calcare in acqua dura possa causare calcoli renali.

Inoltre, il calcare può causare danni alla casa attraverso l’accumulo di calcare su varie superfici. Ecco un breve riassunto dei suoi effetti negativi.

1. Brutte macchie bianche e colorate ovunque

Lo sapevate che ogni anno circa 13 kg di calcare precipitano e si induriscono in casa vostra?

Bisogna stare più attenti ai luoghi soggetti ad acqua, come i lavandini e le toilette.

Il calcare ha anche la cattiva abitudine di formare anelli marroni sporchi nei bagni e nei lavandini. Può anche intasare il soffione della doccia e scolorire le vostre preziose piastrelle. Ha un aspetto orribile e può essere molto difficile da pulire.

2. I depositi di calcare distruggono gli apparecchi

Il calcare si forma su qualsiasi superficie che sia stata esposta ad acqua dura.

Ancora più veloce negli apparecchi di riscaldamento come i bollitori che facilmente decompongono il bicarbonato di calcio solubile nel carbonato di calcio insolubile.

L’accumulo di calcare negli apparecchi può ridurre la loro efficienza di un enorme 30%! Il vostro bollitore richiederà ora molta energia per riscaldare l’acqua a causa dello strato isolante di calcare.

Il calcare può addirittura distruggere la vostra lavatrice. Inoltre, i depositi di calcare danneggeranno le fibre dei vostri tessuti e ne smorzeranno i colori.

3. Docce, rubinetti e impianti idraulici difettosi

Il calcare accumulato può facilmente intasare i fori del soffione della doccia, i rubinetti e gli impianti idraulici. Gli strati di calcare continueranno ad accumularsi fino a quando le vostre tubature non saranno completamente sigillate. In questo caso, l’unica opzione possibile è quella di sturare o sostituire l’impianto idraulico (un’operazione molto costosa).

Come liberarsi dei depositi di calcare

L’unico modo per sapere se è necessario installare un addolcitore d’acqua è quello di testare l’acqua del rubinetto.

Il test dell’acqua vi darà una visione di ciò che è disciolto nella vostra acqua, come la concentrazione di ioni e informazioni su batteri e tossine chimiche che sono dannose per il vostro corpo.

Potete acquistare un kit per il test dell’acqua presso il vostro negozio locale di trattamento dell’acqua. Tuttavia, è più economico controllare se il vostro vicino centro di conservazione del suolo e dell’acqua o l’università offre servizi di analisi dell’acqua. Forniranno anche risultati più dettagliati rispetto ai semplici kit di analisi dell’acqua.

L’acqua può addolcire la protezione dai contaminanti?

No, gli addolcitori d’acqua rimuovono solo i minerali altamente concentrati dall’acqua del rubinetto.

L’acqua del vostro rubinetto deve essere purificata prima di passare attraverso il sistema di addolcimento dell’acqua. Dovrete installare un sistema di trattamento dell’acqua come un sistema di filtrazione o un sistema ad osmosi inversa per affrontare batteri e parassiti dannosi.

L’acqua addolcisce il gusto e l’odore?

L’acqua dolce, infatti, ha un sapore leggermente diverso rispetto all’acqua dura. L’acqua dolce ha un sapore neutro perché tutti gli ioni minerali sono stati rimossi. Questi ioni minerali sono gli ingredienti del sapore che conferiscono all’acqua dura il suo sapore rinfrescante. Tuttavia, tutto ciò è soggettivo. Alcune persone in realtà preferiscono il gusto dell’acqua dolce.

Video tutorial su come pulire il ferro da stiro

Ferri da stiro e calcare

I modelli che vengono forniti con il calc-clean sono i migliori da usare nelle zone con acqua dura, in quanto aiutano nella regolare manutenzione del ferro da stiro e tendono ad essere più resistenti.

Con il tempo, l’acqua può anche causare intasamenti nei fori della piastra, che devono essere rimossi con una certa regolarità per garantire che il ferro da stiro funzioni a pieno regime.

Cosa vi serve

Aceto
Acqua
Ciotola piccola
Asciugamano
Asse da stiro

Sale
Vestiti piccoli
cotone
Pulitore di ferro

Il passo dopo passo per la pulizia all’interno del ferro da stiro

Primo passo: creare una soluzione disinfettante

Mescolare mezza tazza d’acqua con mezza tazza di aceto in una piccola ciotola. Questa soluzione aiuterà a rimuovere gli odori nel ferro da stiro, oltre ad aiutare la rimozione del calcare e anche a disinfettare l’interno.

Inoltre, può essere utilizzato per raggiungere quelle zone difficili. È un modo naturale ed economico per pulire. Riempire il serbatoio del ferro da stiro con la soluzione detergente e accendere il ferro. Impostare l’impostazione più calda possibile.

Fase due: Far passare la soluzione attraverso i fori della piastra

Ora che il ferro da stiro è acceso e riscaldato, è necessario far passare la soluzione attraverso il sistema.

Posizionare un asciugamano sull’asse da stiro e premere il ferro da stiro mentre si tiene premuto il pulsante del vapore. Assicuratevi di far fuoriuscire il vapore a raffiche della durata di 20-30 secondi per un totale di un minuto e mezzo.

Fase tre: Svuotare il serbatoio

Assicuratevi di rovesciare la soluzione residua dal ferro da stiro a vapore e lavatela nel lavandino. Quindi, riempite il serbatoio con acqua fresca e ripetete il processo della fase precedente.

Questo assicurerà che tutto l’aceto sia rimosso dal serbatoio e dalle condutture. Quando è completo, scaricare tutta l’acqua rimanente dal serbatoio.

Fase quattro: Pulizia della piastra

Mescolare una soluzione di sale da cucina e aceto bianco, assicurandosi di avere parti uguali di entrambi, in una piccola ciotola.

Questo agirà come un leggero abrasivo e può essere utilizzato per rimuovere eventuali accumuli ostinati sul piatto. Questo è particolarmente utile se la piastra è diventata bruciacchiata e non scivola più sui vestiti come dovrebbe.

Fase cinque: Applicare la soluzione

Applicare la soluzione, assicurandosi che abbia uno strato uniforme su tutta la sua superficie. Utilizzare un panno morbido leggermente umido per asciugare la miscela con movimenti lenti ma costanti. Una volta terminato, pulire l’eccesso con un panno separato.

Riapplicare la soluzione tutte le volte che è necessario, ripetendo questo processo tutte le volte che è necessario per ottenere la pulizia della piastra.

Fare attenzione però a non graffiare la piastra, in quanto ciò può causare danni alla superficie antiaderente, come ruggine e scolorimento permanente.

Fase sei: Pulizia dei condotti

Prestare particolare attenzione ai condotti della piastra, poiché questi si intasano nel tempo a causa dei minerali e del calcio presenti nell’acqua.

Se il ferro da stiro ha problemi di produzione di vapore, è possibile eliminare l’accumulo di calcare utilizzando un cotton fioc per pulire i condotti ed eventuali residui visibili.

Fase sette: Fase opzionale

Se avete un ferro da stiro che non ha una piastra antiaderente, allora potete acquistare un detergente per il ferro da stiro al supermercato.

Questo perché, mentre ogni piastra può essere pulita con la soluzione di sale e aceto, alcuni beneficeranno dell’uso aggiuntivo di un ferro da stiro pesante. Basta assicurarsi di non usarlo su una piastra antiaderente.

Questo è il modo migliore e più efficace per rimuovere il calcare dal ferro da stiro e per pulirlo.

Utilizzando soluzioni naturali e fatte in casa, il ferro da stiro tornerà al suo solito, efficiente e autonomo in pochissimo tempo. Inoltre, questo metodo è conveniente, il che è un’ottima notizia per il vostro portafoglio.

Saper pulire un ferro da stiro è essenziale. I ferri da stiro che sono intasati dal calcare o che hanno residui appiccicosi sul fondo possono rendere più difficile il lavoro di stiratura e persino danneggiare i vestiti.

Anche se la maggior parte di noi non decalcifica il ferro da stiro così spesso come dovrebbe, quando il calcare si accumula può rendere il ferro meno vaporoso.

Come pulire il ferro da stiro dal calcare : pulizia caldaia decalcificazione

Come pulire bene la piastra di un ferro da stiro

Se sulla base del ferro da stiro (la piastra) ci sono dei residui appiccicosi , pulirli via aiuterà il ferro a scivolare più facilmente ed eviterà di danneggiare o di macchiare i vestiti.

Per pulire il fondo di un ferro da stiro:

Mettere il ferro da stiro sull’impostazione di calore più bassa
Strofinare delicatamente un panno morbido e umido su di esso per rimuovere ogni appiccicosità
Utilizzare un batuffolo di cotone umido per pulire dentro e intorno alle bocchette del vapore
Lasciare asciugare bene prima di usarlo per stirare.

Controllare sempre il manuale d’uso prima della pulizia, poiché le piastre sono realizzate con materiali diversi e alcuni modelli sono forniti con raccomandazioni specifiche.

Assicuratevi di usare un panno morbido, piuttosto che un tampone per la pulizia duro o abrasivo, e strofinate delicatamente per evitare di graffiarlo. Le piastre di pulizia graffiate possono graffiare i tessuti e danneggiarli.

Rimozione di tessuto fuso o bruciato da un ferro da stiro

Le fibre di tessuto bruciate o fuse possono essere difficili da rimuovere da un ferro da stiro. Ma se le lasciate sulla piastra del ferro da stiro, possono danneggiare o macchiare i vestiti. A meno che il vostro manuale d’uso non raccomandi diversamente, seguite i tre passi che seguono.

 

Per rimuovere il tessuto bruciato dal fondo del ferro da stiro:

Accendere il ferro da stiro a calore medio
Inumidire un panno di cotone o un asciugamano
Passare il ferro da stiro sul materiale umido per qualche minuto per estrarre la fibra dalla piastra.

 

Quali ferri da stiro sono più facili da decalcificare?

I nuovi modelli spesso vantano nuovi brillanti sistemi di decalcificazione, ma vale la pena di fare le vostre ricerche prima di acquistare. Alcuni sistemi sono molto più sofisticati e richiedono più tempo di altri.

Mentre alcuni “autopulenti” in meno di due minuti, i peggiori richiedono di tenere il ferro da stiro sopra il lavandino per 15 minuti o addirittura di immergere le parti nel succo di limone per quattro ore.

Abbiamo scoperto che alcuni sistemi di decalcificazione davvero semplici da usare fanno un lavoro perfetto per riportare la potenza del vapore al suo livello originale. Ne abbiamo trovati anche alcuni con sistemi davvero complicati che in realtà intasano maggiormente il sistema, il che riduce ulteriormente la potenza del vapore.

In generale, i ferri da stiro più costosi tendono ad essere più facili da decalcificare, e i loro sistemi di pulizia sono più efficaci nel ripristinare i livelli di vapore. Anche i generatori di vapore tendono ad avere sistemi di pulizia più efficaci e più facili da usare. Ma abbiamo anche trovato alcuni brillanti ferri da stiro a vapore a basso costo che hanno un ottimo punteggio per entrambi.

Quante volte devo decalcificare il mio ferro da stiro?

In genere i produttori consigliano di decalcificare ogni uno o tre mesi. Tuttavia, altri ti chiedono di farlo con la stessa frequenza di ogni due settimane.

In realtà, sappiamo che la maggior parte delle persone non decalcifica il ferro così spesso.

La maggior parte delle persone non pulisce quasi mai il ferro da stiro e molti finiranno per sostituirlo solo perché pensano che abbia raggiunto la fine della sua vita. Se trovate che il vostro ferro da stiro :

Butta acqua su tutti i vestiti (e su di te nel processo)
Piccoli pezzi di sale (depositi minerali) nella piastra
Contrassegnare i vestiti con macchie marroni o gialle

Allora questi sono i segni che è il momento di pulire il ferro da stiro. Può sembrare scoraggiante, ma la pulizia del ferro da stiro a vapore è in realtà facile e non richiede molto tempo. Si possono anche utilizzare ingredienti di base per la cucina, che sono più ecologici rispetto ai prodotti per la pulizia commerciale e anche più economici.

Dando al vostro ferro da stiro una pulizia regolare aiuterete a prolungare la sua vita, soprattutto se avete speso molti soldi per questo. Ecco alcuni dei migliori metodi per risparmiare denaro su come pulire un ferro da stiro e sulla sua manutenzione regolare.

Modi di pulire il ferro da stiro

Con un panno umido: Accendete il ferro da stiro al livello più basso di calore prima di spegnerlo, ma non lasciatelo raffreddare completamente quando iniziate a pulirlo. Usando un panno umido inumidito con acqua distillata, pulire i residui. Se trovate alcune macchie non si muovono, quindi utilizzare un detergente delicato e una spugna morbida antigraffio per strofinare via.
Soda da forno: Per macchie ancora più resistenti o ruggine sulla piastra del ferro da stiro, si può usare una soluzione di bicarbonato di sodio. Basta mescolare due cucchiaini di bicarbonato di sodio con un po’ di aceto bianco per formare una pasta densa. Con un panno asciutto, strofinare questa pasta sulla piastra, lasciarla per qualche minuto prima di pulirla con un panno umido. Assicuratevi di pulire l’eventuale miscela di pasta che potrebbe essere finita nelle bocchette del vapore.
Sale grosso: Cospargere un cucchiaio di sale grosso come il sale marino o il sale kosher su un panno di cotone pulito e accendere il ferro da stiro fino alla posizione più alta. Lasciare la funzione vapore spenta. Quindi far scorrere e premere delicatamente il ferro da stiro sul panno salato che aiuterà a rimuovere lo sporco dalla piastra e a lasciarlo scintillante.
Dentifricio: Sì, il dentifricio funziona davvero per pulire il ferro da stiro! Aspettate che il ferro da stiro si raffreddi e poi spremete un po’ di dentifricio bianco (non in gel) direttamente sulla piastra, soprattutto nelle zone segnate e problematiche. Lasciatelo per qualche minuto prima di strofinarlo con un panno pulito e asciutto. Poi accendete il ferro da stiro a vapore e cuocete il panno per 5 minuti. Spegnetelo e lasciatelo raffreddare prima di strofinare la piastra con un panno umido.

Se vi capita di avere della plastica fusa attaccata alla piastra del ferro da stiro, il sale è il miglior agente pulente per liberarsene in modo sicuro. Per fare questo, basta cospargere un po’ di sale grosso, come il sale marino, su una normale pellicola da cucina e far scivolare il ferro da stiro su di essa, che dovrebbe poi allentare la plastica abbastanza da farla cadere.

Pulire un ferro da stiro con detersivo per il lavaggio

Non si direbbe, ma il detersivo non serve solo per lavare i piatti, può essere usato anche per la pulizia del ferro da stiro a vapore! Questo metodo è piuttosto popolare perché utilizza una soluzione detergente che si trova in ogni casa che viene regolarmente immagazzinata e utilizzata quotidianamente, quindi non c’è bisogno di correre fuori per comprare quello che già avete.

Per utilizzare questo metodo:

Dovrete mescolare una piccola quantità (come una goccia) di detersivo in acqua calda e farla girare con la mano in modo che si mescoli correttamente. Dovrebbero esserci a malapena bolle prodotte da questo intruglio.
Usando un panno morbido, bagnatelo leggermente su un angolo e usatelo per strofinare tutto il ferro da stiro a vapore, compresi tutti gli angoli e le fessure.
Una volta finito, prendete un panno umido e date al vostro ferro da stiro a vapore un altro panno per eliminare i residui di detersivo. Lasciate asciugare il ferro da stiro prima di usarlo!

Aceto bianco per liberarsi dei depositi minerali nel serbatoio del ferro da stiro a vapore

Piccoli depositi minerali possono spesso accumularsi all’interno del serbatoio dell’acqua o del serbatoio del ferro da stiro a vapore, causando, tra gli altri problemi, lo sputo di acqua o lo scivolamento meno fluido. Una soluzione di pulizia comunemente usata ed economica è l’aceto bianco.

Mescolare una quantità uguale di acqua distillata (non di rubinetto) con aceto bianco in una brocca e poi versarla nel serbatoio del ferro da stiro a vapore fino a quando non sarà pieno per circa un terzo.
Accendere il ferro da stiro a fuoco medio e lasciarlo a vapore fino a quando la miscela non evapora, il che dovrebbe durare 5 – 10 minuti. Per accelerare questo processo, si potrebbe stirare un panno spesso.
Una volta evaporata la miscela, spegnere il ferro da stiro e sciacquare una volta il serbatoio dell’acqua con acqua. Poi riempirlo solo con acqua distillata e riaccendere il ferro da stiro.
Lasciarlo di nuovo a vapore fino a quando l’acqua non evapora. Questo aiuterà a rimuovere eventuali residui, particelle minerali e aceto all’interno. Dopo che l’acqua evapora, spegnere il ferro da stiro e poi pulire la piastra del ferro e gli sfiati del vapore con un panno pulito.

Come pulire un ferro da stiro con i segni di bruciatura

Bruciare il fondo del ferro da stiro non significa che sia la fine della sua vita, può essere salvato. Quando ciò accade, aspettate che il ferro da stiro si raffreddi prima di tentare qualcosa. Poi seguite la nostra guida passo dopo passo:

Una volta che il ferro da stiro a vapore si è raffreddato, usate delle pinzette (o qualcosa che non graffi la piastra) per rimuovere il tessuto fuso che si è incollato sulla piastra.
Dopo aver rimosso ogni pezzetto di tessuto fuso, mettete qualche cucchiaio di sale da cucina su un panno morbido. Passate il ferro da stiro sul sale mentre è su una termocoperta di cotone. Fate questo fino a quando i segni di bruciatura non scompaiono.
Spegnete il ferro da stiro e attendete che si raffreddi prima di pulire la piastra con un panno umido.

Se i segni di bruciatura sono ancora piuttosto evidenti, allora avrete bisogno di una soluzione di pulizia più resistente:

Per prima cosa provate a pulire la piastra con un panno inumidito con aceto bianco caldo.
Se questo non fa nulla, poi sciogliere qualche cucchiaino di bicarbonato di sodio o sale da cucina standard con l’aceto bianco caldo e immergere un panno pulito in questo per pulire la piastra fino a quando i segni scompaiono.
Quindi pulire la piastra con un panno inumidito con acqua per eliminare l’odore di aceto.

Residui di vapore

La pulizia del serbatoio del ferro da stiro potrebbe non essere sufficiente per impedire al ferro da stiro di buttare fuori acqua, ci potrebbe essere ancora qualche residuo intasato all’interno delle bocchette del vapore. Se non si tratta di depositi minerali bloccati qui, si tratterebbe invece di polvere e detriti. Questo causerebbe una distribuzione non uniforme del vapore e del calore nella piastra del ferro da stiro.

 

Ultimo aggiornamento 2021-04-13 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API